giovedì 28 luglio 2016

A settembre il primo "Pagan Camp"








Di certo in molti ricordano l’annuale appuntamento con il “Convegno Autunnale di Druidismo e Stregoneria”, organizzato ogni anno per 15 anni dall’Associazione Culturale Antica Quercia di Biella, guidata da Ossian D'Ambrosio, in stretta collaborazione con il Circolo dei Trivi di Milano. 
Il Convegno aveva luogo in autunno, in location sempre suggestive, cascine o castelli immersi nei colori della natura del biellese ed ha sempre visto la partecipazione di personalità interessanti e importanti, anche provenienti dall’estero, personalità che in diversi modi hanno rappresentato il movimento Neopagano internazionale: Philip Carr Gomm, Francesca Ciancimino Howell, Vivianne e Chris Crowley, Phillis Currot, Caroline Wise, Janet Farrar e Gavin Bone. Per non parlare delle numerose importanti presenze italiane.

Il mondo del Neopaganesimo italiano si è ampliato ed è cresciuto molto e, dando uno sguardo alla realtà ed alle iniziative estere in ambito di eventi e raduni di settore, Antica Quercia e il Circolo dei Trivi si sono resi conto di come mancasse, in Italia, un punto di riferimento simile. Per questo la decisione di proporre un evento un po’ diverso, un vero e proprio Pagan Camp, che viene descritto come una evoluzione del tradizionale Convegno. 

Questo cambiamento di forma nell’edizione 2016 ha il dichiarato intento di dare la possibilità alle persone di “incontrarsi, condividere e confrontarsi cercando di riunire più realtà e tradizioni diverse” in un ventaglio più ampio e completo. Questo primo appuntamento vuole essere una sorta di versione “beta del Pagan Camp, in quanto questa edizione segna una sorta di esperimento per poter, nel 2017, focalizzare meglio l'idea”. 
Oltre a rispondere alla spinta che emerge dal confronto con le realtà estere, l’idea del Pagan Camp nasce anche da una richiesta diretta del pubblico, continua infatti Ossian “dopo Beltane una gran moltitudine di persone ci hanno chiesto perchè non organizzassimo un altro incontro/festa nell'arco del resto dell'anno”. 
Il Pagan Camp di settembre, per quanto non manchevole di momenti di svago, non si propone come festa in senso stretto, ma come incontro, come tavola rotonda tanto per gli addetti ai lavori quanto per le persone interessate a conoscere più a fondo il panorama neopagano italiano ed i suoi numerosi sentieri. 
Anche per questo la scelta del periodo, come spiega ancora Ossian “l'equinozio segna un momento di riflessione e di raccolta, un buon momento per incontrarsi”.

La location è già nota al grande pubblico che segua gli eventi del mondo celtico e pagano: si tratta infatti del Parco Arcobaleno di Masserano (BI), già cornice della Festa di Beltane. Il Pagan Camp prevede una serie di location dislocate all’interno del parco, che vedranno lo svolgersi di conferenze e attività di vario tipo. 

Per la serata di sabato vi sarà ottima musica con - tra gli altri - la meravigliosa arpista Katia Zunino e i BOIRA FUSCA. 
Non mancheranno un’area Street Food (anche vegetariano e vegano) e un mercatino di prodotti agricoli ed eco sostenibili. Il campeggio per le tende sarà gratuito: più friendly di così!!

In occasione di questa nuova avventura del Pagan Camp sarò nuovamente presente anche io (dico nuovamente perché sono stata conferenziere nell’edizione del lontano 2009), in parte a titolo di BTP e in parte naturalmente come membro della Gran Loggia Druidica d'Italia insieme ad Andrea Paloschi (Cristalloterapeuta e Master Reiki, tra le altre cose). 

Andrea vi parlerà di megaliti e di mandala di cristalli, io vi proporrò un percorso a cavallo di una pagina di mitologia irlandese che ci porterà a riscoprire la Ruota Sacra dei Venti d’Irlanda: parleremo di sapienza druidica viaggiando con lo sciamanesimo. 
Oltre a ciò, sarà con grande gioia che porterò in dono alle donne della Tenda Rossa il Il Rito del Grembo (13° Rito Munay-Ki).

Il programma completo della manifestazione, che si svolgerà nel week end del 17 - 18 settembre 2016, è già completo e disponibile per consultazione a questo LINK