martedì 29 settembre 2015

Seminario Sciamanico Base - 15 novembre, Brione (BS)




Il seminario introduttivo alla pratica sciamanica proposto prende le mosse da una rielaborazione del seminario base della “Foundation for Shamanic Studies” (FSS) ed è volto all’apprendimento del metodo del Core Shamanism (Sciamanesimo Transculturale) messo a punto da Michael Harner PhD.

mercoledì 9 settembre 2015

"Le vere origini di Halloween" - il libro!!



(grafica dal sito ufficiale)


"Le vere origini di Halloween" è un progetto nato ormai circa tre anni fa, sorto in modo spontaneo per la volontà di alcune operatrici e scrittrici del mondo (neo) pagano (Sara Bernini, Chiara Rancati, Monica Casalini, Luce) che si sono rese conto di come questa antica festività europea sia in molti modi considerata qualcosa di negativo e lontano da quella che molti considerano la "nostra" cultura e le "nostre" radici. Molte informazioni sommarie, gli errori grossolani (spesso evitabili con semplici ricerche sul web), molte le persone e le correnti religiose che osteggiano questa festività veicolando idee sbagliate, ambigue e fuorvianti. 

La situazione in generale stava prendendo di anno in anno una piega sempre più negativa e dalla necessità di rettificare tanti errori (involontari e non) ecco nascere "Le vere origini di Halloween". Per prima cosa ha visto la luce la pagina del progetto su Facebook che ha raccolto plauso, adesioni e supporto rapidamente ed in grande quantità. E' stato poi creato il sito e la grafica che altri utenti potessero apporre ai propri siti e blog per dar voce al loro supporto dell'iniziativa e per due anni, soprattutto nel periodo di ottobre-novembre, le ideatrici ed i supporter del progetto hanno portato avanti un lavoro di informazione preciso e rigoroso, basandosi su dati reali tra folklore, antropologia, storia e archeologia. 



(dal sito ufficiale)


L'idea forte alla base del progetto, infatti, non è affatto quella di voler convincere le persone a credere in altre realtà, a cambiare spiritualità o credo religioso: si persegue invece la via del fare informazione vera e puntuale, senza approssimazione, sbavature, sentito dire o, peggio, notizie inventate ad hoc per demonizzare la festività. Molti gli stereotipi che si desiderava spazzare via, dalla festività satanista alla convinzione che si tratti di una festa americana importata, licenziosa, paurosa e volgare.


Lo scorso anno, dunque, nella naturale evoluzione del progetto stesso, è arrivato il momento di dar vita ad un libro da compilare con i medesimi intenti del progetto online (il cui sito ufficiale contiene diversi contributi di esperti di varia estrazione). Il libro, oltre a dare la possibilità di raggiungere un pubblico che non sempre ha un abituale uso del mezzo informatico, permette anche di strutturare contributi ed informazioni nel modo migliore, suddividendo il tutto in aree tematiche.

Al volume hanno partecipato esperti, professionisti, scrittori e studiosi di settori eterogenei, dagli antropologi, agli psicologi. 
Sul sito del progetto era stato indicato fin da subito un canovaccio dei contenuti e della struttura del libro ma, come hanno dichiarato le curatrici, qualcosa è cambiato in corso d'opera...in meglio!
"Ci sono molte novità rispetto al progetto iniziale.
Intanto c'è da dire che la ricerca delle fonti e la loro natura stessa ci hanno portate a dover decidere alcuni cambi di rotta dell'ultimo momento. Anche se la struttura del libro è praticamente la stessa, abbiamo dovuto tagliare la sezione riguardante il modo in cui si festeggia Hallowen (o le sue controparti) nel mondo e accorpare alcuni dei suoi aspetti alle sezioni già esistenti; questo ci ha dato la possibilità di concentrarci maggiormente su di esse e poter fare un miglior lavoro di ricerca e attuare un coordinamento più efficace tra gli autori."

Al di là del grande lavoro su carta in senso stretto, questo volume è portatore di un valore aggiunto rispetto a ciò che il lettore potrà apprezzare: un dietro le quinte che ha generato motivi di grande soddisfazione intellettuale ed umana: "In altre parole il libro è ricco di materiale più interessante in termini di fruizione finale, avendo attinto da nozioni storiche e moderne di miglior qualità. E per qualità intendiamo non solo il valore intrinseco di ciò che il libro tratta materialmente, ma anche l'impegno e la dedizione che gli autori ci hanno donato.
Un impegno a cui saremo per sempre grate: è stato incredibilmente bello poter far parte di questo progetto perché abbiamo potuto vedere e sentire l'amore con cui illustratori e autori hanno partecipato all'edizione del libro con autentico entusiasmo."

La genuinità dell'entusiasmo e la dedizione riversata in tutti i contributi si rispecchiano anche nell'assoluta gratuità degli interventi di tipo tanto artistico che letterario: "Vogliamo ricordare che nessuno degli autori (e nessuna di noi, naturalmente) ha ricevuto il benché minimo compenso. Ogni collaboratore ha prestato la sua opera in termini gratuiti con il solo scopo di migliorare la comunità e l'approccio che questa festività ha sulla società extra-pagana. Siamo dell'opinione che un contributo del genere non sia da sottovalutare come un evento scontato: è invece una fulgida dimostrazione che, al di là delle idee personali, si possa collaborare non solo tra pagani, ma addirittura in termini interreligiosi (abbiamo infatti avuto un prezioso contributo da un cristiano).
Vogliamo ringraziare anche la casa editrice, Anguana Edizioni, che ha creduto nel progetto sin da subito, tanto da darci carta bianca su tutto e ha addirittura contribuito personalmente con un articolo... oltre che con l'investimento aziendale nella pubblicazione del libro stesso."




(dalla pagina Facebook di Anguana Ed.)




Il progetto non termina però con la pubblicazione del libro: come Halloween/Samhain torna ogni anno, la necessità di portare avanti gli ideali del progetto e la corretta informazione a tutto il pubblico che sia possibile raggiungere non si esaurisce, ma si rinnova, volendo arrivare nelle scuole con la  donazione gratuita del libro. Per fare ciò c'è ancora bisogno del supporto del pubblico che già ha reso possibile, con la sua partecipazione al crowd funding, la pubblicazione del volume :"Come ormai tutti sanno, lo scopo del libro è quello di divulgare al meglio la bellezza della festa di Halloween/Samhain, una festa poco compresa e molto travisata dalla società; ecco perché dal prossimo anno partiranno le donazioni delle copie del libro alle biblioteche, alle scuole e alle associazioni, in base alla disponbilità finanziaria di cui il progetto disporrà. Per questo motivo l'anno scorso abbiamo avviato una raccolta fondi tramite il link http://www.kapipal.com/levereoriginidihalloween tutt'ora attiva e chiediamo alla comunità di aiutarci in questo ulteriore passo: basta anche solo 1€ per fare la differenza."

Il volume omonimo del progetto, in uscita il 10 settembre 2015 da Anguana Edizioni, contiene anche un mio saggio "Capire Samhain: l'ascolto interiore", dedicato nello specifico ad una visione più intimistica e spirituale della festività e del relativo periodo dell'anno, per comprendere la sua universalità attraverso i secoli e come essa possa essere rivificata e vissuta profondamente anche nel mondo odierno, a dimostrazione di come le radici più antiche e profonde "non gelino mai" (J.R.R.Tolkien)

Sito del progetto "Le vere origini di Halloween"

Sito dell'editore Anguana

Non rimane che augurare "Buona lettura" in attesa di festeggiare Halloween!


mercoledì 2 settembre 2015

"Armonia del Femminile" - 11 ottobre 2015, Rovato (BS)

 
(sfondo e giaguaro: free wallpaper - mandala: donteatthepaste.com - danzatrice: non trovati riferimenti)


"Armonia del Femminile" sarà una giornata interamente dedicata alle Donne, alla loro connessione profonda con l'Elemento Acqua e a Madre Terra. Lo svolgimento delle attività è stato pensato come un vero e proprio percorso, fatto di danze, costruzione di un mandala e, fulcro della giornata, la ricezione del Rito del Grembo (13° Rito Munay-Ki, come trasmesso da Marcela Lobos).

Nella liquida dolcezza dell'Autunno, le tre operatrici, esperte ciascuna in un determinato settore, vi guideranno lungo il percorso come prendendovi per mano: armonizzazione, purificazione, acqua, lasciare andare, centratura, osservazione, introspezione... queste le parole chiave e le mete che desideriamo abbracciare.

La giornata si svolgerà nella meravigliosa cornice del Monastero dell'Annunciata, sul Monte Orfano a Rovato (BS) ed il ritrovo è previsto per le ore 10.00, mentre l'inizio dei lavori per le 10.30. 
La chiusura dei lavori è prevista per le ore 17.00 circa.
Chiediamo cortesemente puntualità, nel rispetto delle altre Donne e nel rispetto del Luogo, ove un confusionario via vai sarebbe inadeguato.




Da portare: pranzo (in condivisione), un tappetino/telo e cuscino per sedersi, una ciotolina colorata (un colore che vi rispecchi), un oggetto di potere personale per l'altare del Rito del Grembo, acqua da bere, carta e penna a vostra discrezione.

L'evento è a numero chiuso (massimo 25 pax), dunque è necessario scrivere una mail al seguente indirizzo per prenotare il proprio posto, fornendo nome, cognome e numero di cellulare:

boschi.tamburi.pensieri@gmail.com

Conducono le operatrici:

Valeria Zanini
Maturità artistica liceo artistico Giorgio Oprandi a Lovere.
Accademia di Belle Arti Brera a Milano, indirizzo scenografia.
Le mie esperienze professionali spaziano in vari settori artistici: progettazione e allestimento stand e vetrine, scenotecnica presso lo Studio Cheli Scenografie a Milano, grafica e styling free lance per servizi fotografici.
Dal 2000 ad oggi mi occupo di decorazione pittorica, dal mobile all oggettistica, studio decorazioni pittoriche e motivi ornamentali per interni ed esterni.
Conduco corsi di decorazione pittorica, progetti sul colore/gioco nelle scuole materne
Ho una formazione in disegno onirico e propongo percorsi di pittura emozionale con la tecnica del disegno onirico e mandala di gruppo.
Dipingo su tela ed ho esposto in diverse mostre personali e collettive.
Le mie pagine Facebook:


Maria Grazia Calabria: 
Mi chiamo Maria Grazia e il ricordo più lontano che ho sulla musica è quello di me piccolissima che gioco con un mangiadischi arancione: mi divertivo a infilare i 45 giri al suo interno, ascoltavo le canzoni e poi aspettavo che il disco venisse espulso automaticamente.
Dopo il diploma in pianoforte un corso ad Assisi di musicoterapia ha aperto nuovi scenari nel mio mondo: non solo la musica come aiuto nella disabilità ma un modo di fare musica molto diverso dal mio percorso. Ed ecco gli studi didattici, l’incontro con la pedagogia di Carl Orff , la scuola, i bambini e il mio attuale lavoro.
Parallelamente  ho coltivato altri interessi, in particolare la danza meditativa, una ricerca interiore e spirituale che continua tutt’oggi  con la fondatrice delle danze meditative in Italia: Joyce Dijkstra.
Attualmente sono iscritta ad una formazione di “danze sacre in cerchio” con Carolina Botti e Rosella D’Amato.
Musica e danza, una danza di preghiera, di guarigione, di ascolto e riscoperta di se stessi.
Conduco gruppi di danze legate al mondo femminile, danze per ritrovare il legame che noi donne abbiamo con la Terra e con la Luna da tempi antichissimi ma non dimenticati e che, oggi, possiamo risvegliare nel movimento di un corpo che danza.
Vi aspetto nel cerchio, Maria Grazia


Chiara Cailleach Comani