giovedì 19 dicembre 2013

Felice Alban Arthan/Yule/Solstizio!!!

Anche se con un po' di anticipo, 
desidero fare gli auguri 
a tutti coloro che seguono BTP!


Non c'è miglior Silenzio della coltre del Freddo, 

che protegge, strette, tutte le Cose nuove che abbiamo cullato 
 lungo ogni minuto dello scemare della Luce. 

E' nel momento più buio che una Luce nuova s'accende 
e riprende il suo Cammino.

Buon nuovo Cammino, 

buona nuova Luce, 
che ogni vostro progetto di realizzi al meglio!
 



(disclaimer: due di queste immagini sono wallpaper gratuiti, 
mentre delle altre due immagini non è stato possibile
risalire agli autori)

venerdì 13 dicembre 2013

Della silenziosa Danza, nel tempo di Alban Arthuan - di Corrado Arth Cagnazzi

Molti associano l’inverno all’immobilità.

Si pensa alla stagione buia come a qualcosa di uggioso, noioso,  abitato da corte giornate e lunghi crepuscoli,  vestito in grigio nebbia e intinto nella pioggia sino a disfarsi in una melanconica piattezza, in un’inesausta attesa di nuovi fiori, colori, caldo e sole, spiaggia, mare….

Si, certo, c’è la neve, a volte. Quella piace, con la sua attitudine a vestire ogni cosa, a lisciare e pareggiare, attutire e placare, incantare…Si, la neve è un grande incanto disteso sulla cruda realtà della stagione “morta”. Peccato che proprio in ragione della sua purezza ogni minima impurità su di essa risalta come un paffuto scarabeo in un piatto di ricotta, peccato che la sua corruzione vesta il grigio ed il nero esaltandoli ancor di più di quanto già non avvenga normalmente.

Ma non v’è nulla di morto, nella stagione di Alban Arthuan.
E’ nel cuore del gelo, tra le braccia di Madre Terra, spesso in una tana scavata sotto le radici di imponenti Antichi, che l’orsa dona al mondo i suoi cuccioli e comincia a nutrirli. Escono dall’utero della Piccola Madre ed entrano nell’utero della Grande Madre, ove crescono sino al disgelo, sino al risveglio del mondo esterno, che li accoglie nella loro seconda nascita.

Questo è l’inverno, questo è il tempo dell’attesa, della piccola morte che nasconde la nuova vita che cresce, il tempo del rinnovamento più profondo. Tempo di radici, di semi, di gemme.

Come si può parlare di stagione morta? Forse che una giovane donna, nel pieno della gravidanza, è morta perché non danza come le sue sorelle? O è forse doppiamente viva, perché custode del futuro nel suo grembo? Non è forse questo un tempo di magia, di suprema creazione, di armonia di maschile e femminile fusi nel dono della nuova incombente esistenza?

E’ vero che la notte più lunga è prima dell’alba. E’ vero che nel profondo e interminabile buio del Solstizio è inevitabilmente racchiusa la rinascita. Più a fondo non s’immergerà il Sole, e la fiamma invitta tornerà a salire i gradini che conducono al bacio del fuoco di Imbolc.

Forse è solo una questione di apparenze. Se passando guardi un uomo seduto a fissare un grande campo incolto, puoi essere indotto a pensare che stia oziando, vagheggiando di ricordi sottili come fili di ragno. Ma nella mente di quella persona invece in quel momento è in corso un progetto che durerà generazioni, che vedrà sorgere una casa, un bosco, che vedrà campi arati, coltivati, raccolti, lasciati a maggese nella ruota del tempo, delle stagioni, della rigenerazione. Quell’uomo sta vedendo mille germogli farsi alberi , fiorire, dar frutto. L’immobilità del suo corpo è bilanciamento al vortice della sua mente che sogna, immagina, traduce, pianifica, scarta, sceglie, progetta.

Tutti noi percorriamo un viaggio, più o meno consapevole, più o meno nitido, con a volte una memoria della strada percorsa in altre precedenti esistenze, con porte che si aprono sul cammino che verrà, per chi sa leggere segni e messaggi. Qualcuno corre, qualcuno arranca, tanti guardano dritto innanzi a sé e procedono senza deviazione alcuna.

A me viene da pensare che ogni stagione ha il suo passo e che se vogliamo essere in armonia con il tutto è utile armonizzare il nostro passo al tempo che attraversiamo. E questa stagione aiuta a tenere un cammino più attento a quel che ci circonda. Ci concede il tempo di vedere nel profondo, di assimilare l’essenza di ciò che è e distinguerla da ciò che appare. Questa stagione, più di altre, insegna.

Così mi viene spontaneo pensare che la danza della vita, nel suo alternarsi di ritmi, mantiene perpetuo il movimento. Anche in questo tempo, intreccia geometrie sacre fatte di passi calzati di lana e cuoio, che disegnano nella neve mandala d’emozioni destinati a scolpirsi nel gelo, che sussurrano respiri di nuvola che nascondono canti propiziatori a preservare, distillare, infondere futuro nel germe della vita già nata ma che attende, paziente, di crescere.

Sia danza e canto, dunque, il vostro essere nel tempo di Alban Arthuan. Possa la benedizione del Mondo Bianco scendere e circondarvi di infiniti cristalli, ognuno diverso, ognuno perfetto, così come lo sono i nostri corpi luminosi.

Possa il sorriso dei lunghi tramonti riempirvi il cuore, e la fiamma del vecchio ceppo di quercia scaldare le vostre mani.

La felicità, non è mai abbastanza.

(da una nota di Corrado Arth Cagnazzi sulla sua pagina Facebook - lo ringrazio per avermi permesso di pubblicare qui il suo scritto)

mercoledì 4 dicembre 2013

Un calderone ribollente...

Quando le cose vengono messe bene in moto... finisce poi che le cose si muovano da sole (o quasi)!
Dunque con tanta carne al fuoco che cuoce, per forza si è sentita l'esigenza di impiattare anche qualche contorno :-D

martedì 26 novembre 2013

Vischio


Come Ruota o Spirale
gira l'Anno costante
Traspare nel Cielo, nei Prati
nelle chiome degli Antichi.
Si rinnova ad insegnare
il Prezioso di ogni istante.
Si rinnova nel mostrare
corrispondenze in divenire.

venerdì 22 novembre 2013

"Cercare, Ascoltare, Ricordare, Essere"


Ognuno di noi viene da molto lontano, nello Spazio, nel Tempo, nello Spirito.
I nostri Antenati, siano essi Spirituali o di Sangue, in qualche modo ci abitano e sono parte di questa dimensione lontana. Ma anche il nostro passato prossimo di bambini è ormai lontano… O meglio, ci siamo allontanati noi.


Viviamo immersi in un mondo che quasi ci obbliga ad un distacco dalla nostra dimensione più profonda: non solo da ciò che ci collega al nostro patrimonio ancestrale, ma persino dalla Radice di noi stessi.
La dimensione distorta che ci circonda riesce ad insinuare in noi insicurezze, blocchi e credenze limitanti, che ci trasformano da dentro, rendendoci spesso il peggiore dei nostri mostri e dei nostri nemici.


Questo processo lento ma efficace passa quasi inosservato e, lentamente, dimentichiamo.


In questo seminario si verrà guidati verso noi stessi, scavando in profondità, guardandoci dentro tanto con i nostri occhi che attraverso gli occhi del Tempo, di chi ci conosce (o ci conosceva) molto da vicino, per ritrovare i tasselli dispersi, dimenticati, sepolti, di ciò che siamo veramente.


Verranno identificati i nostri blocchi e le limitazioni che ci trattengono, per eliminarli.
Si andrà alla ricerca di elementi che, reinseriti nella nostra vita, metabolizzati e fatti propri, ci permetteranno di Ricordare ed infine ci riporteranno a Casa.

(si prevede di poter proporre la prima edizione di questo seminario per il mese di marzo 2014)

lunedì 14 ottobre 2013

Samhain/Samonios/Halloween: la festività che ci accompagna "cambiando pelle"!



(immagine dal web - http://good-wallpapers.com/holidays/14671 )


Chi ormai non conosce Halloween?

Alcuni pensano sia una festa importata per moda dall'America, una sorta di allegro carnevale in chiave horror, fatto di streghe, fantasmi e vampiri, di zucche, gatti neri e dolcetti a tema.

sabato 12 ottobre 2013

Landscape - Soulscape: La Sacra Ruota delle Terre d'Irlanda


Nonostante le necessarie virgolette a racchiudere il termine “celtico”, il seminario prende spunto da un’antica pagina del Mito Irlandese, all’interno della quale il poeta-sciamano Fintan espone l’antica saggezza che lega la Terra d’Irlanda all’Anima degli Uomini, ristabilendo così un importante tassello della Memoria Mitica.

martedì 1 ottobre 2013

Noi sosteniamo "Le Vere Origini di Halloween"






Il progetto nasce dall'idea di alcune associazioni, siti, singole persone su tutto il territorio nazionale e vede la luce in questo periodo proprio perchè questo è, in genere, il momento dell'anno in cui si vengono a creare delle specie di piccole guerre che muovono da chi si ponga con forza contro la festività di Halloween. 

martedì 27 agosto 2013

Seminario avanzato in preparazione

Un saluto a tutti e ben tornati!

Come già indicato nella pagina degli eventi, vi sono in preparazione alcuni seminari avanzati. 
Il tempo, si sa, è tiranno e le cose da seguire tantissime. 
Ma per il secondo sabato di ottobre prevedo di potervi offrire il seminario di sciamanesimo "celtico" (le virgolette sono dovute). 

Il titolo sarà "Landscape - Soulscape: la Sacra Ruota delle Terre d'Irlanda"

Sebbene sia necessario racchiudere l'aggettivo "celtico" tra virgolette per ragioni storiche e di mancata continuità, l'argomento del seminario si ispira ad una pagina dei Miti d'Irlanda, arrivata fino a noi con tutto il bagaglio di saggezza antichissima che spesso veniva celata nei pochi scritti che oggi ci permettono di accedere a quel sapere e cercare di comprenderlo per farlo nostro.

Con buona probabilità la location del seminario sarà fuori Milano e saremo ospitati in un luogo incantevole sul Lago di Como, quasi alla confluenza dei due bracci, su quello di Lecco.
Sarà ovviamente mia cura provvedere quanto prima a maggiori dettagli, ma nel frattempo avviso che il pranzo si prevede al sacco (ma mi informerò anche per poter mangiare in zona limitrofa a prezzo contenuto).

Premessa necessaria per la partecipazione al seminario è la frequentazione al seminario base di sciamanesimo, durante il quale si sia acquisita la capacità di viaggiare autonomamente.

Potete cominciare ad esprimere il vostro interesse all'evento contattandomi all'indirizzo:

boschi.tamburi.pensieri@gmail.com

domenica 14 luglio 2013

Uomo Terra Sacro: la Visione Celtica del'Unità


Intervento ideato per un auditorio adulto e presentato per la prima a Celtica VdA 2013 con grande successo di pubblico, verte sulla visione unitaria di Uomo, Terra e Sacro che permea la spiritualità celtica. 
Si fa cenno a vari aspetti correlati a questo argomento, alla necessità di ritrovare un nuovo paradigma di connessione con il mondo naturale, attraverso un rinnovato atteggiamento di consapevolezza nel quotidiano, che parte dai sensi e si amplia allo Spirito. 
Prevista una breve attività pratica. 

(durata: 1 ora circa)

mercoledì 19 giugno 2013

Cosa dicono di me...



Credit: www.writingourwayhome.com



In questa pagina sono raccolti alcuni pareri ed opinioni delle persone che hanno partecipato a seminari, incontri o chiaccherate e che hanno voluto lasciare un proprio pensiero in merito...

venerdì 31 maggio 2013

Triadi sparse...


"The duties of a Bard are:

- to study and acquire knowledge;
- teach others;
- make peace and put an end to all sufferings.

To do otherwise is unbecoming of a Bard"



(foto: @Branna Laurelin)

lunedì 27 maggio 2013

Amici a CELTICA

L'intero programma di Celtica è da sempre un'assicurazione di varietà e di qualità delle iniziative.

Quest'anno la manifestazione si è trovata seriamente in difficoltà ed ha sfiorato il rischio di non vedere affatto la luce. Ma grazie alla vasta partecipazione di cuore di artisti, amici e sostenitori che si sono prodigati per far sì che la magia di Celtica continuasse, l'edizione di quest'anno risulta essere estremamente ricca ed interessante.

CELTICA... conto alla rovescia!!




venerdì 10 maggio 2013

The Brave - Ribelle: le antiche Leggende ci parlano ancora (per ragazzi)

La lezione/conferenza, per un pubblico di bambini e ragazzi, ripercorre la trama del film di animazione Disney "The Brave - Ribelle" per individuare al suo interno gli aspetti simbolici propri del mondo celtico (e non solo). 
Questo intervento, che non ha carattere di tipo ludico, è originariamente nato da un invito della Scuola Montessori di Milano per una lezione a tema e dalla scuola, ovviamente, approvato. Presentato per la prima volta presso la scuola nel maggio del 2013, è stato poi riproposto con notevole successo a Celtica VdA nel luglio dello stesso anno.
Idealmente aperto anche alla presenza degli adulti.

(durata: 1 ora circa, eventualmente associabile anche a La Spiritualità degli antichi Celti)

mercoledì 8 maggio 2013

CELTICA VdA, conferenze nel Bosco del Peuterey




Quest'anno si è infine presentata l'occasione di poter partecipare attivamente a Celtica, la più grande manifestazione del suo genere in Italia: tre giorni di atmosfere magiche e surreali, tra musica, conferenze, workshop, artigianato e tanta passione per il mondo celtico.

giovedì 2 maggio 2013

Beltane (2009)



Di lontano ancora

Note di arpe e flauti soffusi,

i nastri sul Palo di Maggio

ondeggiano stanchi.

mercoledì 17 aprile 2013

Recensione "The Voice within the Wind - of Becoming and the Druid Way"



“The Voice Within the Wind – 
of Becoming and the Druid Way”

By Greywind – Edizioni Grey House in the Woods






Un libro piccino, questo, dall’aspetto semplice, mesto persino, che quasi delude pensando alla bellezza e cura di certe edizioni straniere. E’ probabilmente pubblicato privatamente e la sua disponibilità di acquisto è saltuaria.

Ma come recita il proverbio che “nella botte piccola c’è il vino buono” e come ci insegnano i geodi, bruttini fuori ma immensamente belli all’interno, questo libro è un piccolo tesoro gelosamente protetto sotto la scorza (apparentemente) rugosa della sua copertina.


lunedì 15 aprile 2013

"Living Druidry" - Emma Restall Orr

"Druidry is a lifelong apprenticeship (...), creeping deep into the heart of the foxglove flower, to the blackbird who sings his ageless song to the beauty of the dusk, to the stream laughing over shifting stones, answering the call of the sea, to the sunlight reflecting golden off windows reflecting windows, to the pebble tumbled smoothed by wave upon wave, to the silent dignity of the badger padding home, to the soft flesh of a tiny mushroom pushing twigs aside, to the moon floating in silence upon the water. 

It sounds magical. Extraordinary. It's simply nature.

giovedì 11 aprile 2013

Il Sentiero del Fuoco tra Imbolc e Beltane: una crescita simbolica, spirituale, biologica




 
(foto dal web)


Imbolc e Beltane, rispettivamente la seconda e la terza Festa del Fuoco secondo il calendario delle festività celtiche, segnano un periodo lungo il quale la “crescita” del fuoco si riscontra su vari livelli ed in vari ambiti: simbolico, spirituale, naturale e persino fisico.


La festività di Imbolc, che cade tradizionalmente il 2 di febbraio, prende il suo nome dalla parola gaelica “Imbolc” (appunto) o “Oimelc” che indica precisamente il periodo di nascita e allattamento degli agnelli. E’ questo infatti il periodo in cui partoriscono le pecore, così come il periodo di nascita dei vitelli. Come sempre è impossibile dimenticare la forte connotazione agreste, lo stretto legame coi cicli naturali che le feste celtiche rivelano nei loro significati più profondi. Da questi cicli, del resto, dipende la stessa Vita, la sopravvivenza, ed è la Vita che la spiritualità celtica onora in ogni sua forma e manifestazione.

giovedì 4 aprile 2013

L'Arte del Fare

Direttamente dal mio sito dedicato alla produzione di piccoli oggetti d'artigianato decorativo, una proposta insolita per farsi o fare un regalo molto particolare:

Totem personalizzati eseguiti a pirografo

Tra breve anche altre proposte, che prevedono diverse tecniche decorative con tematiche e soggetti molto evocativi...

mercoledì 27 marzo 2013

Libera la tua Voce!

Nel week end del 6 e 7 aprile avrà luogo a Milano l'ultimo appuntamento di una serie di tre per lavorare con Igor Oliver Ezendam, voice coach a polistrumentista olandese. 

La possibilità di partecipare ad un singolo giorno a scelta o ad entrambi permette di scegliere le tematiche più vicine al nostro sentire o adatte alla nostra ricerca.
La giornata di sabato porta infatti il titolo "Canto armonico e la liberazione vocale", mentre la domenica è dedicata a "Curarsi col suono".

lunedì 18 marzo 2013

Druidi tecnologici!

E' di oggi la notizia diffusa dall'OBOD e dal blog del suo presidente Philip Carr Gomm, che i due mazzi di carte divinatorie dedicati alle piante ed agli animali tradizionali della cultura e spiritualità celtico-druidica sono diventati il soggetto di una nuova App per tablet e smartphone.

Gufi in notturna al Parco WWF di Vanzago

Anche quest'anno, all'interno della Earth Hour, tra le tante iniziative interessanti al Bosco WWF di Vanzago (provincia ovest di Milano), viene riproposta una serata volta al conoscere e capire meglio il mondo dei rapaci notturni.

Sabato 23 marzo 2013

Ingresso dai 3 agli 8 euro, possibilità di cenare presso Cascina Gabrina. Serve prenotazione.

Per tutte le informazioni ed i dettagli seguire il link e contattare direttamente il Centro.

Una Notte con i Gufi (WWF Vanzago)



(Fotografia proveniente dal sito del Bosco di Vanzago)

giovedì 7 marzo 2013

Progetti


In questa pagina troverete i progetti che preparo e che desidero condividere con chi vorrà partecipare: oltre al sapere serve il saper...FARE. 
Ci sono già progetti che ribollono appena sopra la superficie, alcuni pronti e già proposti in passato, altri stanno prendendo forma. 

Tenete d'occhio la pagina, le proposte saranno in costante aggiornamento!

mercoledì 6 marzo 2013

Sciamanesimo - Bibliografia

  •  "La Via dello Sciamano" di Michael Harner - ed. Mediterranee
  • "Sciamanismo: una pratica spirituale per la vita quotidiana" di Tom Cowan
  • "Il Fuoco nella Testa: uno studio sulllo sciamanismo celtico" di Tom Cowan
  • "Yearning for the Wind" di Tom Cowan
  • "Lo sciamanismo" di Sandra Ingerman
  • "Il recupero dell'anima" di Sandra Ingerman
  • "Medicina per la Terra" di Sandra Ingerman

Druidismo - Bibliografia

  • "Riti e Misteri dei Druidi" di Philip Carr Gomm - ed. Oscar Mondadori (fuori stampa)
  • "In the Grove of the Druids" saggi di Ross Nichols, a cura di Philip Carr Gomm
  • "The Mist Filled Path" di Frank MacEowen
  • "The Spiral of Memory and Belonging" di Frank MacEowen
  • "The Celtic Way of Seeing" di Frank MacEowen
  • "Principi del Druidismo" di Emma Restall Orr - ed. xxxx (fuori stampa)

Il Lupo e l'Agnello - Fedro



Un lupo e un agnello, spinti dalla sete, si ritrovarono a bere nello stesso ruscello. 
Il lupo era più a monte, mentre l'agnello beveva a una certa distanza, verso valle. 
 La fame però spinse il lupo ad attaccar briga e allora disse: "Perché osi intorbidarmi l'acqua?"

martedì 26 febbraio 2013

Samhain



Sorride questa notte
Senza tempo, senza Luna;
Sorride, sul volto vissuto
D’una saggia anziana.

Le Donne tornano a Danzare

"Una Donna cammina solitaria tra gli alberi di un Bosco...le Foglie secche frusciano sotto i suoi piedi, bisbigliando Parole e Nomi antichi ed eterni... I passi della Donna, avvolta in un mantello nero ed incappucciata, hanno come unica guida la luce nitida della Luna piena che splende perfetta, serena ed immutabile nel Cielo freddo d'Inverno, tra i Rami nudi come dita stanche...

Proverbi Cinesi

"Chiamar le cose con il loro nome
è l'inizio della saggezza."


"Il gatto desidera i pesci,
ma non vuol bagnarsi le zampe."

Insegnanti e Maestri

"L'insegnante mediocre racconta.
Il bravo insegnante spiega.
L'insegnante eccellente dimostra.
Il maestro ispira..."

(Socrate)

La Cailleach

(immagine dal web, autore ignoto)


La Cailleach è una divinità antichissima, originaria dell’Europa continentale, che le popolazioni celtiche hanno incontrato come divinità autoctona ed assimilato.
Il nome in gaelico non indica un nome proprio ma etimologicamente significa “la velata”: la radice della parola va ricercata nel latino “pallium” drappo, velo, che ha subito un’assimilazione nel gaelico antico con variazione della “p” iniziale con la “c” ed assunto poi il finale in –ach, in italiano un participio aggettivato.

Brigit

(immagine dal web, autore ignoto)


Brigit è forse la divinità Celtica più complessa e contraddittoria, la figura religiosa più potente in tutta la storia irlandese. Molte tradizioni si sono intrecciate nel tempo, rendendo complicata la sua storia ed il suo impatto lungo i tempi, ma permettendole di muoversi e giungere a noi attraverso i secoli. E’ stata infatti in grado di viaggiare di generazione in generazione, ricoprendo diversi ruoli in diverse epoche.

lunedì 25 febbraio 2013

Bentrovati!

Un caloroso benvenuti a tutti coloro che si dovessero imbattare in questo nuovo blog: spero naturalmente che vogliate anche soffermarvi a leggere se gli argomenti trattati si riveleranno di vostro interesse. 
Ogni cosa nuova deve muovere un primo passo, in qualche modo: il primo passo di questo spazio è un semplice saluto, ma ricco di progetti a venire che siano naturale sviluppo di quelli già realizzati negli anni. Ed un passo alla volta questo spazio virtuale si riempirà di pensieri e molte altre cose molto meno virtuali. 

Spero di incontrarvi lungo la strada.

Kam Cailleach